Cos’è la disortografia?

by | 5/08/2020

La disortografia è uno dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), insieme a dislessia, discalculia e disgrafia. Si occupa di questi disturbi la legge 170/2010, la quale…
Cos'è la disortografia?

La disortografia è uno dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), insieme a dislessia, discalculia e disgrafia. Si occupa di questi disturbi la legge 170/2010, la quale definisce quelli che sono gli strumenti compensativi e dispensativi di cui gli studenti hanno bisogno in ambito scolastico.

Questi disturbi sono causati da una condizione neurobiologica. Infatti, la presenza di un DSA non è riconducibile a una mancanza di esercizio o a lacune intellettive, motorie o sensoriali! Al contrario, si rivela in presenza di un’intelligenza del tutto normale.

Nel caso specifico della disortografia si riscontra una maggiore difficoltà nella codifica del testo, ovvero nel passaggio dal linguaggio orale a quello scritto. Nella pratica, questo si traduce nel rendere correttamente i suoni che compongono le parole attraverso i simboli grafici che conosciamo (le lettere), seguendo le corrette regole ortografiche che di solito impariamo alle scuole elementari.

Come riconosco la disortografia?

I segni distintivi della disortografia sono la confusione di fonemi e grafemi (pezzi di parole orali e scritte), insoliti errori di ortografia, sviste nella copiatura delle parole, inversioni di sillabe e coniugazione errata dei verbi.

Gli errori tipici che si possono trovare negli scritti degli studenti disortografici sono spesso dovuti alla sostituzione di lettere simili graficamente (m/n, b/d, p/q) o dal punto di vista del suono (b/p, t/d, f/v). Un altro errore comune è l’inversione di lettere: al posto di “la pizza” possiamo vedere scritto “al piza” (anche identificare le doppie non è semplice). Gli alunni con disortografia possono avere anche difficoltà nel riconoscere i gruppi sillabici complessi e fare fatica a mantenere il rigo di lettura. Inoltre, possono confondere i rapporti spaziali e temporali, saltare le parole e avere difficoltà a comprendere il testo che stanno leggendo.

Lo studente fa più fatica a ricordare le regole ortografiche che deve rispettare mentre scrive, magari quando ricopia dalla lavagna o quando è sotto dettato.

Cos'è la disortografia

Quali sono le conseguenze della disortografia?

Come nel caso della dislessia, di cui abbiamo parlato in questo articolo, l’alunno disortografico potrebbe sentirsi a disagio per la sua lentezza, per l’esitazione e per la povertà del suo lessico e quindi potrebbe avere vergogna nel mostrare quello che scrive oppure a leggere ad alta voce. Questo può portarlo a rimanere indietro rispetto ai compagni e di conseguenza magari a sentirsi escluso dal gruppo classe.

La compromissione che si verifica nel bambino disortografico è una compromissione di linguaggio, con ridotte capacità di percezione e discriminazione visiva e uditiva: fa fatica ad avere una rappresentazione grafica corretta di quanto viene scritto.

Questo disturbo causa spesso un grande dispendio di energie nei compiti scritti, portando lo studente a essere demotivato e a perdere la concentrazione. Quando posso fare la diagnosi?

Essendo la disortografia un disturbo inerente alla scrittura e alla grammatica, è necessario attendere la fine della seconda elementare per poterla individuare e diagnosticare. Ricordiamo però che la diagnosi può essere fatta solo da uno psicologo o da un neuropsichiatra. Per essere certi che non si tratti di una semplice lentezza dell’apprendimento, solitamente si parte da uno screening preliminare per valutare se procedere con la vera e propria valutazione neuropsicologica.

Volete sapere di più sui disturbi dell’apprendimento? Leggete il nostro articolo sulla dislessia e restate sintonizzati: nelle prossime settimane approfondiremo anche gli altri DSA, disgrafia e discalculia!

Se volete raccontarci la vostra esperienza legata ai DSA, compilate il form che trovate qui sotto: verranno pubblicate nella nostra rubrica in forma anonima (come la storia di Alessia) e alcune le condivideremo anche sulla nostra pagina Facebook!

Contattaci!

Via Colonna 27/C
22100 Como (CO)
Loc. Camerlata

}

Martedì, Giovedì, Sabato
14:00 - 19:00

Via Polano 63
22100 Como (CO)
Loc. Tavernola

}

Lunedì, Mercoledì, Venerdì
14:00 - 19:00

388 306 0211
Da Lunedì a Sabato
14:00 - 19:00

educoaps@gmail.com
Rispondiamo entro 48 ore