I membri del Consiglio Direttivo

by | 20/06/2020

EduCo è un’associazione che è stata fondata nel 2017 da tre ragazzi della Provincia di Como, accomunati dalla passione per l’insegnamento, l’educazione e attenti ai…

EduCo è un’associazione che è stata fondata nel 2017 da tre ragazzi della Provincia di Como, accomunati dalla passione per l’insegnamento, l’educazione e attenti ai bisogni degli studenti con Disturbi dell’Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali. Ecco chi sono!

Nicola De Carlo, Presidente

Buongiorno, mi chiamo Nicola, La mia storia nel mondo dell’educazione parte dal Liceo Classico A. Volta, dove ho sudato per cinque anni sette camicie nell’intento di memorizzare e apprendere nozioni che spaziano dai casi del latino e del greco, alle formule della matematica e della fisica. A distanza di anni posso dire di essermi diplomato e ricordare poco o niente delle lingue antiche, che non sono mai state il mio forte, e molto delle formule matematiche, che ancora oggi uso per il mio lavoro. Già all’epoca ero consapevole che avrei cambiato strada.

Nel 2012 mi sono iscritto alla facoltà di Ingegneria Industriale e dell’Informazione del Politecnico di Milano. Durante i primi tre anni non ho dato troppo peso allo studio. Ma nel 2015, con l’inizio della laurea magistrale, ho avuto la fortuna di acquisire un nuovo strumento di studio: le mappe mentali. Questa nuova competenza, assieme all’inizio del mio percorso nel mondo delle lezioni private, mi hanno sostenuto per permettermi di laurearmi a pieni voti (quasi), grazie a un metodo di studio innovativo ed efficace, e al beneficio del ripetere a studenti più giovani concetti basilari ma fondamentali.

In quel periodo ho acquisito consapevolezza delle difficoltà nello studio mie e dei miei studenti, nel loro caso dovute anche a Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Mi rendevo conto che i metodi che utilizzavo per i miei studi potevano essere di aiuto anche a ragazzi più giovani che stavano affrontando come me ostacoli nel loro percorso educativo. Poi ho incontrato Luca, in quel momento determinato nella sua attività di seguire e supportare quanti più studenti potesse allo stesso tempo, con una quantità di ore di ripetizioni che non credevo fossero umanamente sostenibili! Educo è nata come naturale conseguenza del desiderio di rendere il nostro supporto agli studenti DSA sostenibile, attraverso la collaborazione di altre persone, che non rendessero il tempo mio e di Luca un vincolo. Il resto, come si dice, è storia!

Luca Dei Rossi, Vicepresidente

Carissimi lettori, io sono Luca! Il mio percorso scolastico è stato molto travagliato. In terza media, allettato dalla possibilità di “creare giochi per il computer” (mai avveratasi!) ho deciso di iscrivermi alla Magistri Cumacini, sicuro di fare Informatica. Purtroppo, sono capitato in una di quelle classi che i professori definivano “non buone”. In prima e seconda superiore sono stato oggetto di bullismo, tanto da venire bocciato in seconda superiore per le assenze accumulate.

Francamente, sono stato solo felice di aver perso quei compagni di classe. Per mia sfortuna, quelli che ho trovato erano anche peggio. Ma non ho mollato e sono riuscito ad essere promosso. Passando in terza superiore, la situazione è decisamente migliorata a livello di compagni. Però non ci capivo niente! Righe di codice, diodi, funzioni…dov’ero capitato? Arrivato a marzo, avevo intenzione di mollare. Avevo detto a mia mamma che non volevo più andare a scuola. Dopo un lancio della ciabatta da guinness dei primati, mi sono messo a studiare con un mio compagno di classe, per vedere di recuperare.

Il suo modo di spiegare era stranissimo, ma funzionava! Riusciva a farmi capire tutto quello che in classe non mi entrava in testa. E mi ha insegnato a pensare fuori dagli schemi. Il suo aiuto è stato preziosissimo: i miei voti sono andati alle stelle e sono stato promosso senza debiti. Non solo, ho deciso di iscrivermi a Ingegneria Informatica! E, per guadagnare qualche soldo, ho iniziato a fare lezione ai ragazzi delle superiori. Il mio segreto? Mi ricordo che cosa significa non capire niente. Cosa vuol dire non capire quella “x” delle equazioni. Per puro caso, mi sono capitati molti studenti con DSA e BES. Dunque, ho deciso di approfondire il mondo delle differenze di apprendimento, leggendo molti libri al riguardo e seguendo dei corsi. Il resto, come si dice, è storia!

Stefania Lancia, Segretario

Ciao! Sono Stefania. Il racconto della mia vita scolastica parte dal liceo Teresa Ciceri. Mi sono iscritta a Scienze Sociali (attuale Scienze Umane) perché credevo che lì avrei avuto più possibilità di scelta quando finalmente avrei capito cosa volessi fare “da grande”.

Un momento importante di quel periodo è stato quando ho scoperto che mio fratello è DSA. Avevo notato che quando lo aiutavo a fare i compiti faceva davvero tanta fatica, soprattutto nei calcoli. I compiti di matematica erano sempre un incubo. Con le tabelline poi, non ne parliamo! Fortuna ha voluto che in quei mesi a scuola avessimo accennato in psicologia ai disturbi dell’apprendimento. Ho fatto 2+2, come si suol dire. Ho consigliato ai miei genitori di portarlo a fare dei test (lui frequentava la quarta elementare), dai quali è risultato che era discalculico, disgrafico e, anche se lievemente, dislessico e disortografico. Grazie a lui, ho scoperto che aiutare gli altri a imparare cose nuove mi piaceva! Così ho iniziato a dare ripetizioni. Soprattutto a ragazzi di elementari e medie, poi crescendo sono arrivata ai ragazzi delle superiori perché mi sentivo più sicura dell’aiuto che potevo dare. Questo mi ha dato la possibilità di incontrare altri ragazzi come mio fratello e di scoprire quante sfaccettature hanno i DSA.

Nel frattempo sono finite le superiori e sono andata a studiare lingue all’università. Ho continuato negli anni a dare lezioni private a vari studenti. Alcuni li ho visti crescere, perché avevano bisogno di un aiuto regolare, altri sono diventati autonomi e hanno continuato il loro percorso scolastico da soli.
Un giorno, qualche mese dopo la laurea magistrale, ho incontrato Luca per caso, era un mio vecchio amico delle elementari…il resto, come si dice, è storia!

Contattaci!

Via Colonna 27/C
22100 Como (CO)
Loc. Camerlata

}

Martedì, Giovedì, Sabato
14:00 - 19:00

Via Polano 63
22100 Como (CO)
Loc. Tavernola

}

Lunedì, Mercoledì, Venerdì
14:00 - 19:00

388 306 0211
Da Lunedì a Sabato
14:00 - 19:00

educoaps@gmail.com
Rispondiamo entro 48 ore